Per parlare con un gatto, ho imparato ad abbassare i miei occhi all'altezza dei suoi ed a guardarlo attentamente, da pari a pari. A quel punto il gatto comincia a parlarti, ed è impossibile non capire quello che ti dice.

Dedicato a Romeo, spirito libero, gattone sapiente e molto paziente, Gran Signore dei gatti di strada, guardiano per tanti anni del nostro giardino. Come desiderato dalle sue tante e care amiche di Blog.

venerdì 21 maggio 2010

Il sonno di Romeo



Care amiche, mi dispiace tantissimo ma venerdì 14 maggio 2010 alle 22.30, mentre rincorrevo una gattina bianca e nera che avevo conosciuto qualche sera prima in un posteggio vicino al mio giardino, era appena smesso di piovere, ho visto avvicinarsi davanti a me due luci accecanti e poi ho sentito un dolore fortissimo alla faccia. Che male! non capivo più nulla e mi sono riparato un po', vicino alla porta di un ristorante, sotto il loro vivaio delle aragoste, perché tutto sommato le mie zampone mi reggevano ancora.

Per rientrare a casa, dove c'era la gente che mi aspettava con preoccupazione, come tutte le notti del resto, perché io sono sempre stato un girellone, avrei dovuto fare un'ottantina di metri. Ma mi usciva tanto sangue dal naso e nemmeno riuscivo più a muovere la mia bocca come prima.

Poi ho visto arrivare i Carabinieri (li ho riconosciuti dalla luce blu). Intanto il dolore aumentava e mi bagnavo sempre più di rosso. Meno male che dopo una mezz'ora circa è arrivato dal paese vicino il mio veterinario preferito che mi ha fatto una iniezione quasi miracolosa, e così piano piano il dolore si è attutito ed io mi sono addormentato. Di dormire così non mi era mai capitato.

Il fatto è che purtroppo mi ero anche dimenticato del Blog e di tutte voi.

E' per questo che dopo qualche giorno, con molti sforzi, come vedete ho provato a svegliarmi un attimo, solo per scrivervi queste due righe, che ritenevo doverose. Ma purtroppo ora mi è ritornato tanto, tanto sonno. Devo rimettermi a dormire. Scusatemi ancora.

Ciao a tutte, amiche mie. Magari chissà, un giorno ci ritroveremo ancora, tutti svegli, e uomini, e gatti, e tutti gli altri, da qualche parte e riprenderemo il discorso e voi mi farete vedere i tanti altri vostri lavori. Perché vi devo confessare che -non ve lo avevo mai detto- ma i vostri post ormai piacevano tanto anche a me, che ero solo un gatto:
il vostro affezionato Romeo.

PS: mi dispiace tantissimo che Fulvia e gli altri di casa l'abbiano presa male, e stiano molto male, perché pensano che un po' sia stata colpa loro, che mi avevano dato le chiavi per entrare e uscire quando volevo, ma per me la colpa è stata solo di un gattone che correva sempre troppo e di quelle due luci, che nemmeno loro andavano piano.

19 commenti:

Casa Cuori Colori ha detto...

Carissima ho le lacrime agli occhi...mi spiace immensamente...soprattutto perché se ne andato in questa maniera...la peggiore per noi...!!!
Ciao Romeo sicuramente starai meglio lassù,ora avrai un mucchio di gattine da poter rincorrere ...!!!

Un abbraccio grande grande Paola

Angie ha detto...

C'e' un posto in Paradiso, chiamato "Ponte dell'Arcobaleno".

Quando muore una bestiola che è stata particolarmente cara a qualcuno, questa bestiola va al ponte dell'arcobaleno.
Ci sono prati e colline per tutti i nostri amici tanto speciali così che possano correre e giocare insieme.
C'è tanto cibo, acqua e sole, ed essi sono al caldo e stanno bene.

Quelli che erano vecchi e malati sono ora forti e vigorosi. Quelli che erano feriti o storpi sono di nuovo integri e forti, come noi li ricordiamo nel sogno dei giorni e dei tempi passati.
Sono felici e contenti, tranne che per una piccola cosa: ognuno di loro sente la mancanza di qualcuno molto amato, qualcuno che hanno dovuto lasciare indietro...

Corrono e giocano insieme, ma un bel giorno uno di essi improvvisamente si ferma e guarda lontano, verso l'orizzonte. I suoi occhi lucidi sono attenti, trema per l'impazienza: tutto ad un tratto si stacca dal gruppo e comincia a correre, volando sul verde prato, sempre più veloce.

Ti ha riconosciuto, e quando finalmente sarete insieme, vi stringerete in un abbraccio pieno di gioia, per non lasciarvi più. Una pioggia di baci felici bagnerà il tuo viso; le tue mani accarezzeranno di nuovo l'amata testolina e fisserai ancora una volta i suoi fiduciosi occhietti, per tanto tempo lontano dalla tua vita ma mai assente dal tuo cuore.

Allora attraverserete,insieme , il Ponte dell'Arcobaleno.......

Un fortissimo abbraccio
Angela

giovanna ha detto...

si prova un dolore grandissimo quando uno dei nostri compagni di vita a quattro zampe ci lascia, gatto o cane che sia, anch'io purtroppo l'ho provato diverse volte.
Un abbraccio

Gio

pam ha detto...

Fulvia cara, non sai quanto sia dispiaciuta...ho le lacrime agli occhi...
Ciao dolce rubacuori, piccolo grande Romeo, mi mancherà vedere il tuo splendido musetto e i tuoi sonnellini all'ombra di qualche pianta nelle foto di Fulvia...Grazie per esserci stato!
A te Fulvia posso solo mandare un grossissimo abbraccio. Con affetto Pam

Paoletta ha detto...

riposa tranquillo Romeo . . .

Giovanna ha detto...

Noooooooooooooooo!
Il mio bloggatto preferito!

Fulvia, non sai quanto mi dispiace, e mi mancherà tantissimo vedere le sue foto sul tuo blog.

Mannaggia, adesso sono proprio di cattivo umore...

verderame ha detto...

Cara Fulvia,
mi spiace tanto per Romeo, e io penso che adesso sia in un bel posto, coccolato e accarezzato da altre mani che li sono arrivate prima di lui, ti ha lasciato ,e un po anche a noi, tanto amore e tanti ricordi. Arrivederci Romeo, un abbraccio a te, Marina

Mary64 ha detto...

...no, mi dispiace tantissimo!!!! e dire che avevo trovato questo blog e l'avevo messo tra i preferiti proprio per questo bellissimo musone di gatto! ho un 2 "cagnolotti": un pastore tedesco di 6 anni e una cockerina di 2 (la viziatella di casa) e non oso pensarci...bello il commento di ANGIE. Rimarranno sicuramente tanti bellissimi ricordi di tante avventure trascorse assieme...ciao by Mary

Caty ha detto...

caro Romeo ora non ti servono più le chiavi per entrare ed uscire e potrai curiosare e stare vicino a chi ti vuol bene tutte le volte che vorrai.un abbraccio alla tua famiglia.

Manuela ha detto...

sono davvero commossa non ci sono parole! solo una caldo forte fortissimo abbraccio
manuela

Romy ha detto...

mi spiace tantissimo... so cosa si prova... un abbraccio grande!!

a.o. ha detto...

mio romeo,
amato, amatissimo gatto,
colpo di fulmine, palla di pelo, sonnecchione adorato, occhi a fessura.

mio romeo,
gatto di blog ma affetto vero, nel profondo del cuore.

mio romeo,
in lacrime per te, un'aiuola solitaria tira su col naso
e ti saluta, triste.

mi mancherai.




cara Fulvia, un abbraccio a te.
a.o.

enza ha detto...

Guarda, un nodo in gola non mi lascia respirare, e non so nemmeno se riesco a scrivere le parole nel modo corretto, gli occhi non riescono a vedere in modo nitido, ... mi dispiace, mi dispiace, ... non ho parole e non so nemmeno cosa scrivere, ... !!!! Enza

Sachertorte ha detto...

Ho appena letto e sto piangendo senza ritegno! Mi dispiace tantissimo e posso solo comprendere il vostro dolore...è lancinante e per noi che amiamo gli animali senza differenza alcuna da come si amano le persone è un vero e proprio lutto.
Il saluto di Romeo è il regalo più bello che potevi regalargli congedandoti da lui. Un micio che è un po' di tutte noi...le sue avventure amorose e non che abbiamo condiviso tramite i tuoi bellissimi post dedicati a lui...insomma anche per noi "virtuali" il suo "sonno" è duro da accettare. Posso solo dirti che vorrei essere lì per abbracciarti...ciò non è possibile...accetta un abbraccio virtuale ma sincero. E vorrei aggiungere un'altra cosa: Romeo non avrebbe potuto desiderare una "tata" migliore di te! Un abbraccio fortissimo! Nadia

Anonimo ha detto...

mi sono commossa nel leggere le tue parole. Sarà che anche io amo molto gli animali e sò come ci si sente
fiore
www.fiore-crea.blogspot.com

carmen - IRossi ha detto...

leggo solo ora della disavventura capitata a Romeo e ho le lacrime a gli occhi, quando i nostri amici vivono in casa, sono parte della famiglia e andarsene cosi' . . . ti fa tanta rabbia e tanto male, un abbraccio e comunque una coccola a Romeo.
ciao Carmen
P.S. non chiudere il blog e continua a farlo crescere, anche nel ricordo di Romeo

papavero di campo ha detto...

sono rientrata da pochissimo e ti ho fatto visita, sono affranta, annichilita dal dolore della scomparsa del tuo gatto rubacuori oh romeo no! non dovevi non doveva andare così,
ho perso anch'io tanti gatti così nell'assurdità della morte portata dalle macchine e so che è un dolore indicibile, mi dispiace Fulvia di questa prova così atroce a cui sei stata assoggettata,
mi manca romeo e il suo faccione impunito e immortale,
ciao romeo fai buona nanna e sappi che nel cuore delle tue amiche la tua impronta felina c'è e resta!
Fulvia un abbraccio grande e forte senza zavorra di alcuna parola
Laura

Anonimo ha detto...

Bellissimo micio mi dispiace tanto!Emanuela

elenamac ha detto...

un abbraccio grandissimo!
(((((((((((((( )))))))))))
elena e Noè

Related Posts with Thumbnails